Complessi storici museali

Conservatorio San Pietro a Majella

Il Conservatorio di San Pietro a Majella è ubicato nel centro storico di Napoli, nell’ex convento dei Celestini.

L’attuale Conservatorio, nacque nel 1808 col nome di Real Collegio di Musica dall’unificazione di altre quattro preesistenti istituzioni musicali nate come orfanotrofi e nelle quali si era iniziato ad impartire insegnamenti di catechismo e di canto per i fanciulli abbandonati già a partire dal Cinquecento: il “Santa Maria di Loreto” (1535), quello della “Pietà dei Turchini” (1573), quello di “Sant’Onofrio a Capuana” (1578) e quello dei “Poveri di Gesù Cristo” (1589).
E’ il più antico Conservatorio italiano ancora in attività ed una delle più prestigiose scuole di musica d’Italia. Nel corso della sua storia è stato punto cardine nell’influenza della cultura musicale europea al punto che, nel 1739, lo scrittore e politico francese Charles de Brosses, riferendosi alla città partenopea, la definì capitale mondiale della musica.
Frequentato e visitato dai più importanti compositori e musicisti dell’epoca d’oro della lirica europea, è stato ed è tuttora profondamente legato al vicino Teatro di San Carlo, il Teatro d’opera più antico d’Europa, dove si sono esibiti i suoi più grandi allievi. Tra questi si ricordano Saverio Mercadante, Vincenzo Bellini, Ruggero Leoncavallo, Riccardo Muti. (tratto da Wikipedia).

Trisciuoglio Group è stato chiamato a studiare lo stato degli impianti presenti nel Complesso, nell’anno 2000 ed ha realizzato il progetto generale di adeguamento impiantistico di tutto l’enorme complesso nel 2001. Questo progetto riguardava sia gli ambienti prevalentemente dedicati alla didattica che quelli dedicati al museo storico, alla Biblioteca ed alla meravigliosa sala Scarlatti.
Il progetto è stato realizzato in due fasi temporali:

  1. Dal 2002 al 2005 sono stati realizzati la nuova cabina di trasformazione, le Sale Gesualdo e Martucci, e completato l’impianto di climatizzazione della Biblioteca.
  2. Dal 2005 al 2009 è stata realizzata tutta la distribuzione secondaria, comprendente tutti i quadri elettrici, le reti di distribuzione, gli impianti di rivelazione incendi, evacuazione e spegnimento incendi, nonché tutti gli altri impianti speciali.

SALA SCARLATTI
Al termine di queste opere è stato infine realizzato l’adeguamento della stupenda Sala Scarlatti, dove negli ultimi tempi ha spesso diretto il Maestro Riccardo Muti, tra i più celebri diplomati nel conservatorio.

Trisciuoglio Group

opera dal 1967 nel settore degli impianti, dapprima elettrici e poi, seguendo l’evoluzione del mercato, nel settore degli impianti speciali e meccanici.
Ha sedi in Italia e all’estero. La sede principale è ubicata a Napoli.