Palazzo Reale di Napoli

Complesso di grande valore artistico e storico. Lo studio ha curato il rilievo degli impianti elettrici e speciali esistenti nonché il progetto di adeguamento degli impianti elettrici. Il progetto generale prevede adeguamento normativo della cabina elettrica esistente e rifacimento ex-novo di tutta la distribuzione primaria e secondaria. Il Palazzo Reale è suddiviso fondamentalmente in due parti: una prima parte è costituita dall’Appartamento Storico composto da 30 sale ciascuna delle quali di grandissimo pregio storico e artistico; una seconda parte del Palazzo è invece sede degli uffici della Soprintendenza ai Beni Ambientali di Napoli e Provincia.

Il progetto nella sua totalità è stato approvato dalla Soprintendenza; sono ultimati i primi stralci funzionali relativi all’Appartamento Storico e agli uffici: in particolare è stato realizzato il nuovo quadro elettrico per la gestione e protezione di tutti i carichi elettrici dell’Appartamento Storico, nonché tutti i percorsi cavi principali e secondari per le future alimentazioni elettriche.

Nel 2002 è iniziato il progetto esecutivo delle sale: nelle singole sale dell’Appartamento del Re, definite le più belle sale dell’edificio più bello di Napoli, è previsto il rifacimento degli impianti elettrici e speciali, la realizzazione di tutti i quadri elettrici, nonché l’alimentazione dei lampadari e dei candelabri storici.

Nel 2006 lo studio ha progettato tutti gli impianti elettrici, speciali e di climatizzazione del Teatro di Corte.
L’esecuzione delle opere, della quale lo studio cura anche la Direzione Lavori, sarà particolarmente volta, oltre che al controllo della corretta esecuzione dei lavori elettrici, anche alla tutela degli affreschi e dei dipinti presenti in gran numero in tutte le sale.
Segnalazioni e citazioni in riviste e volumi specializzati. Citazione al premio EIBA ’98.